Home

Manifesto

Zerolab si occupa di recupero, riutilizzo e potenziamento.

In un'epoca in cui tutto viaggia velocissimo e ciò che era nuovo appena ieri è già spazzatura oggi Zerolab si propone di fuggire da questa logica. Zerolab unisce competenze scientifiche e tecnologiche proprie di un percorso accademico con la passione e la maestria provenienti dal mondo dell'artigianato. Così facendo il risultato non è solo un oggetto funzionale allo scopo per cui è stato designato, ma anche un oggetto curato in tutti i suoi dettagli, duraturo nel tempo sfuggendo alle logiche dell'obsolescenza programmata, unico in quanto non sarà possibile trovarne uno simile nella filiera della produzione di massa. Questa è la nicchia che Zerolab conquista: la risposta ad una esigenza precisa, prodotta a braccetto con chi la ha richiesta, possibilmente definitiva, ad hoc.

Zerolab non è solo nuovo, ma anche come già detto recupero, riutilizzo e potenziamento. Zerolab non ricicla passivamente, ma da nuova vita e giovinezza agli strumenti ormai fuori moda, un riciclo 2.0 dove il risultato finale non è un semplice restauro che ripristina le funzionalità compromesse, ma è un aggiornamento e/o potenziamento che rende il vecchio ed obsoleto nuovo, aggiornato ed affidabile in modo da non dover più ricevere le cure di Zerolab.

Zerolab.eu Makes it Better

Storia

Zerolab nasce dalla terra, partendo da “zero”, con la costruzione del primo laboratorio interattivo, realizzato interamente adibendo materiali recuperati e strumentazioni obsolete a nuovi compiti, restituendogli una nuova, duratura ed utile vita. Ed è così che il legname recuperato da vecchio mobilio diviene un bancone da lavoro e vecchi strumenti passano dalla discarica alle scaffalature del laboratorio.

Il primo progetto di Zerolab è la realizzazione di una piccola fresa a controllo numerico, poco adatta a lavorare ma di grandissimo valore didattico. Una volta acquisite le adeguate conoscenze scientifico-tecnologiche si può puntare più in alto: viene interamente recuperato un pantografo a controllo numerico che era stato depredato dell'elettronica di controllo, e dato quindi per spacciato. Zerolab invece lo recupera, lo restaura realizzando un sistema di controllo aggiornato e lo potenzia aggiungendo funzionalità che non aveva in precedenza: un sistema di centraggio ottico automatico che permette una altissima ripetibilità e un sistema lubro-refrigerante che permette la lavorazione di materiali prima sconsigliati.

Grazie ad una donazione dell'Università di Tor Vergata nasce il progetto più ambizioso di Zerolab, ovvero quello di controllare con un pc una fresa ed un tornio originariamente progettati per un utilizzo prettamente manuale consentito solo a coloro che possiedono le adeguate competenze in modo da rendere possibile il suo utilizzo anche a coloro che non possiedono tale manualità . Il progetto diventa ancor più coinvolgente quando si decide di aggiungere di un quarto asse rotativo che porterà Zerolab ad un ulteriore passo avanti permettendo lavorazioni molto più complesse anche su materiali più resistenti.

Zerolab.eu Makes it Better

Attività online

Questo sito si propone di creare una comunità di persone interessate alle scienze e alle tecnologie in ogni loro forma, sia artistica che tecnica, mettendo a disposizione vari strumenti come la libreria per gli studenti di scienze, il forum e il ts3 insieme alla possibilità di parlare direttamente con un consulente specializzato nelle scienze e nelle tecnologie.

Zerolab.eu Makes it Better

Powered by ZeroBot info@zerolab.eu ZeroLab Makes it Better